Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto siccità 2012

0
1999
siccita

siccitaPubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 10 dello scorso 12 gennaio il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali 4 gennaio 2013 con cui si dichiara l’esistenza del carattere di eccezionalità degli eventi calamitosi (siccità) verificatisi in Puglia nell’estate 2012.

L’atto fa seguito alla richiesta inoltrata dalla Regione Puglia, approvata con Delibera della Giunta Regionale n. 2276 del 13 novembre 2012 (Pubblicata sul BURP n. 170 del 27-11-2012), in cui veniva accertata la condizione di eccezionalità per tutto il territorio regionale.

Il Decreto prevede che  saranno attivabili le provvidenze di cui all’art. 5 comma 2 lettere c) e d) del decreto legislativo 29 Marzo 2004 n. 102 (proroga delle operazioni di credito agrario e agevolazioni previdenziali). In particolare:

L’Articolo 5 comma 2 lettera c prevede la proroga, per una sola volta e per non più di 24 mesi, delle scadenze delle rate delle operazioni di credito agrario di esercizio e di miglioramento e di credito ordinario effettuate dalle imprese agricole.

L’articolo 5, comma 2 lettera d prevede l’attivazione delle agevolazioni previdenziali, di cui all’articolo 8 che consistono nell’esonero parziale, dietro presentazione di apposita domanda, del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali propri e per i lavoratori dipendenti, in scadenza nei dodici mesi successivi alla data in cui si è verificato l’evento, ossia dal 31 agosto 2012 per le province Bari e BAT.

Per conoscere il livello dell’esonero occorrerà attendere che il Ministro del lavoro e della previdenza sociale, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, determini, con proprio decreto, la percentuale dell’esonero fino ad un massimo del 50 per cento.

L’esonero è accordato dall’ente impositore su presentazione di apposita domanda degli interessati, corredata da dichiarazione resa ai sensi e per gli effetti della legislazione in materia.

Scarica il decreto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.