Otranto, sabato riflettori accesi su giovani e agricoltura

0
325
giovani agricoltori

Sabato 11 marzo il Castello Aragonese – Otranto (LE) ospita l’incontro “Agricoltura e Giovani: un connubio necessario”. L’evento è organizzato dai Giovani di Confagricoltura ANGA Puglia, insieme a Confagricoltura Puglia e in collaborazione con il Comune di Otranto.

“Noi dei Giovani di Confagricoltura ANGA siamo consapevoli di affrontare un momento storico di trasformazione del territorio salentino, devastato dalla diffusione del batterio della Xylella, e siamo anche consapevoli che bisogna cogliere le opportunità di questo momento di crisi,” afferma Francesca Margarito, vicepresidente dei Giovani di Confagricoltura ANGA Puglia e Presidente Anga Lecce. “A ciò si aggiunge la nuova Politica Agricola Comunitaria, entrata in vigore dal 1° gennaio 2023 che impone oculate scelte imprenditoriali. È perciò nostro dovere farci trovare pronti!” All’incontro interverranno il presidente di Confagricoltura Puglia Luca Lazzaro, il presidente di Confagricoltura Lecce Maurizio Cezzi, il presidente dei Giovani di Confagricoltura ANGA Puglia Donato Maria Dell’Aquila. All’evento prenderà, parte tra gli altri, il direttore delle Politiche di Sviluppo Economico delle filiere Agroalimentari di Confagricoltura Vincenzo Lenucci, con il quale verrà approfondito il nuovo quadro innovativo e complesso della nuova Pac, con un focus sui giovani agricoltori under 40. “Il 1° gennaio 2023 è entrata in vigore la nuova Politica Agricola Comunitaria che avrà un forte impatto economico sulle aziende agricole. Proprio per questo abbiamo ritenuto indispensabile informare i nostri agricoltori, in particolare quelli più giovani, su come bisogna comportarsi, su quali siano gli obiettivi e gli strumenti della nuova PAC.” dichiara Dell’Aquila, Presidente dei Giovani di Confagricoltura ANGA Puglia. In conclusione i soci dei Giovani di Confagricoltura ANGA Lecce, Lapo Pignatelli, dell’azienda agricola La Falca, e Francesco Pellegrino, di Terra Rossa s.s.a. di Pellegrino M. E F. porteranno sul palco le loro case history, esperienze aziendali che hanno affrontato con successo il ricambio generazionale apportando nuove competenze e innovazioni 4.0.

“I giovani agricoltori – sottolinea Luca Lazzaro – sono essenziali per lo sviluppo e la stessa sopravvivenza nel medio lungo periodo delle aziende agricole della nostra regione. L’aspettativa di vita di un’azienda con un conduttore over 50 è di circa 15 anni ma sale a 45/50 anni se l’azienda è gestita da un under 30. Questo per un insieme di fattori legati da un lato alla proiezione verso il futuro dell’azienda stessa e dall’altro all’apporto di nuove competenze. Secondo il settimo Censimento dell’Agricoltura diffuso da Istat a dicembre 2022 la propensione a digitalizzare e ad innovare è strettamente legata all’età del conduttore: i capi azienda al di sotto dei 44 anni sono più propensi ad investire nella modernizzazione, a differenziare le produzioni e a puntare ai nuovi mercati, punti cardine affinché l’azienda generi profitto.”

L’Organizzazione dei Giovani di Confagricoltura – ANGA, nata nel 1958, rappresenta gli imprenditori agricoli under 40 aderenti a Confagricoltura. ANGA, con la sua azione di lobby capillare su tutto il territorio nazionale, contribuisce ai processi decisionali in materia di politiche giovanili in agricoltura a tutti i livelli, nazionale e comunitario. È membro permanente, a Bruxelles, del Consiglio Europeo dei Giovani Agricoltori – CEJA. La sua mission è formare e sostenere i giovani imprenditori, incentivando un’agricoltura che guarda al futuro, rispettando le tradizioni.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.