Lazzàro (Confagricoltura Puglia): con la Marina Militare faremo fronte comune contro la Xylella 

0
265

Oggi, 9 giugno 2021, il presidente di Confagricoltura Puglia Luca Lazzàro ha incontrato l’ammiraglio Salvatore Vitiello, comandante del Comando Marittimo Sud. Al centro dell’incontro il tema della Xylella fastidiosa e della sua veloce propagazione, fenomeno quest’ultimo che si può arginare con la prevenzione. “Nell’ammiraglio Salvatore Vitiello ho trovato piena disponibilità e grande attenzione al territorio. Due aspetti che confermano quanto la Marina Militare sia parte integrante della realtà ionica” ha detto al termine dell’incontro il presidente di Confagricoltura Puglia e Confagricoltura Taranto Luca Lazzàro. “Nella battaglia alla Xylella è importantissimo che anche nelle aree di proprietà di enti pubblici o forze armate siano svolte buone pratiche di pulizia del terreno per evitare che il contagio si propaghi. Di recente, la nostra Organizzazione ha ricevuto numerose segnalazioni di terreni pubblici incolti dove il principale vettore del batterio, la sputacchina, può proliferare aumentando il contagio delle piante sane. Al momento – sottolinea –  le uniche armi che abbiamo per difendere le nostre piante di ulivo dalla Xylella sono una buona prevenzione da attuare con pratiche agricole e l’attuazione con puntualità del Piano di azione Regionale”. La Marina Militare e le altre Forze Armate posseggono vasti territori nelle aree confinanti con gli uliveti dell’area coinvolta dalla Xylella. Una corretta manutenzione di quei territori, insieme a quelli privati e delle pubbliche amministrazioni, senza ombra di dubbio può contribuire a salvaguardare le aree non ancora colpite dal batterio con enorme vantaggio per l’economia locale e per l’ecosistema territoriale. La scomparsa di centinaia di ettari coltivati per secoli ad ulivo sta modificando drasticamente la fisionomia dell’area agricola pugliese, zona che proprio nell’ulivo secolare trova la sua rappresentazione riconosciuta in tutto il mondo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.