De Castro a Foggia su iniziativa di Confagricoltura e Anga

0
1136
De-Castro

De-CastroPresentato ieri a Palazzo Dogana su iniziativa di Confagricoltura Foggia e Anga Foggia, l’Associazione nazionale dei giovani agricoltori, il saggio di Paolo De Castro “Corsa alla terra. Cibo e agricoltura nell’era della nuova scarsità”. 

 

 

Alla presentazione del libro (Donzelli editore, 190 pagine), tenuta alla presenza del presidente di Confagricoltura Puglia, Umberto Bucci, sono intervenuti la senatrice Colomba Mongiello, componente della commissione Agricoltura di Palazzo Madama, il presidente di Confagricoltura Foggia, Onofrio Giuliano, e il presidente di Anga Foggia, Filippo Schiavone. «Noi ragazzi – ha affermato il presidente provinciale dei Giovani Agricoltori – ci sentiamo protagonisti del futuro ed europei ma rivendichiamo con orgoglio il nostro essere italiani e meridionali. Da rappresentante italiano al Consiglio europeo dei giovani agricoltori dico che la trattativa sulla nuova Politica agricola comune deve riprendere con vigore. Ci aspettiamo molto dal Parlamento europeo e dalla commissione Agricoltura. Bruxelles ci parla di greening e agricoltura più verde ma qui al verde rischiano di rimanerci solo le aziende agricole».

«E’ un libro folgorante – ha dichiarato Giuliano – perché ci porta a conoscenza di un preoccupante squilibrio tra la domanda di cibo e l’offerta e ci dà contezza anche del conseguente fenomeno di accaparramento selvaggio delle superfici agricole. E’ significativo il dato per cui nel 2050 la popolazione mondiale dovrebbe toccare quota 9 miliardi, con la necessità di un aumento del 70 per cento della produzione di derrate alimentari. Tocca alla politica studiare le contromosse che non possono essere, ad esempio, una tassazione spropositata nei confronti degli agricoltori, come invece si sta verificando».
 
Sulla nuova Pac è intervenuta la senatrice Mongiello: «Produzione di cibo, tutela dell’ambiente e salute del consumatore sono i temi fondamentali a cui la nuova Pac dovrà fare riferimento. Ma l’impalcatura per come è stata prospettata, non ci rassicura».
De Castro, docente ordinario di Economia e Politica agraria all’Università di Bologna, ha però fornito rassicurazioni sulla nuova Pac: «La riforma Ciolos verrà cambiata, su questo non ci sono dubbi. In Consiglio europeo c’è una larga maggioranza contraria al greening e alla norma del 7 per cento del terreno da dedicare a fini ecologici. L’auspicio è che l’Italia riesca a fare in modo che questi cambiamenti che saranno apportati al documento Ciolos rispondano alle specificità e alle esigenze della nostra produzione. Bisogna dare ai nostri agricoltori le armi per fronteggiare questa fase d’incertezza che abbiamo davanti a noi, soggetta a continue fluttuazioni dei prezzi sui mercati».

Durante l’incontro, Confagricoltura Foggia ha consegnato a De Castro una targa in memoria di Antonio Poppi, direttore dell’organizzazione foggiana di tutela e rappresentanza delle imprese agricole prematuramente scomparso nel settembre del 2010.

Leggi l’articolo su statoquotidiano.it.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.