Banca della Terra, in Puglia disponibili 926 ettari

0
2063

Via al terzo bando Banca della Terra. La notizia è stata data ieri durante un seminario da Raffaele Borriello, direttore generale di Ismea. L’elenco dei terreni è disponibile (qui), mentre le domande si potranno presentare tra il 27 aprile e l’11 giugno 2020. In Puglia sono disponibili 926 ettari per 55 terreni, distribuiti in tutte le province. In totale sul territorio nazionale i terreni  sono 386 per un’estensione complessiva 10 mila ettari, “il cui ricavato – ha detto Borriello –  verrà interamente destinato a finanziare le iniziative dei giovani agricoltori, attraverso la misure del Primo Insediamento, del Subentro e dell’Autoimprenditorialità.

Il bando è aperto a tutti ma favorisce l’imprenditoria giovanile. Per chi ha meno di  41 anni sono disponibili mutui trentennali agevolati e finanziamenti per l’avvio.

Luca Lazzàro, presidente Confagricoltura Puglia

“Da giovane imprenditore e dirigente di Confagricoltura – commenta Luca Lazzàro, presidente Confagrioltura Puglia – ritengo fondamentali gli investimenti sull’imprenditoria mirati a favorire il ricambio generazionale in agricoltura. È necessario sviluppare competenze e professionalità per dare slancio al nostro paese. Abbiamo bisogno di una nuova stagione agricola che punti all’innovazione e alla sostenibilità per una Puglia e un’Italia diversa”.

La “Banca nazionale delle terre agricole”, istituita dall’art. 16 della legge 28 luglio 2016, n. 154, costituisce l’inventario completo dei terreni agricoli che si rendono disponibili anche a seguito di abbandono dell’attività produttiva e di prepensionamenti, raccogliendo, organizzando e dando pubblicità alle informazioni necessarie sulle caratteristiche naturali, strutturali ed infrastrutturali dei medesimi, sulle modalità e condizioni di cessione e di acquisto degli stessi. La Banca, gestita da ISMEA, opera a livello nazionale.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito dell’Ismea (clicca qui)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.