Accordo UE-Marocco, Confagricoltura: pesanti conseguenze per i prodotti ‘Made in Italy’

0
737
Marocco rid

Marocco rid“Lunedì entra in vigore il nuovo accordo di liberalizzazione degli scambi tra l’UE e il Marocco, fortemente punitivo per le nostre produzioni”. Ne dà notizia Confagricoltura, ricordando che “l’accordo prevede misure di liberalizzazione reciproche per i prodotti agricoli ben più favorevoli al Marocco che all’Europa, che comporteranno un aumento delle importazioni di ortofrutta e altri prodotti mediterranei a causa della diminuzione dei dazi doganali.”

A Macfrut, che chiude i battenti oggi, Confagricoltura ha insistito sulla competitività e sulla produttività, per il settore ortofrutticolo italiano. “Abbiamo capacità di leadership  sui mercati, a patto che non si tengano posizioni rinunciatarie – ha detto il presidente Mario Guidi -. Il nostro sistema va sostenuto, tutelato, liberato dal giogo della burocrazia e inserito in una più estesa e solida rete di aggregazioni e non colpito da accordi penalizzanti”.

Confagricoltura, che ha avversato questo accordo, non ha pregiudizi nei confronti di negoziati avviati dall’Unione Europea, ma ritiene “indispensabile che si operi in una logica di reciprocità delle norme e di ravvicinamento dei requisiti di qualità, senza i quali l’apertura dei mercati genera squilibri anziché sviluppo. Occorre, inoltre, non utilizzare l’agricoltura come merce di scambio per risolvere i problemi politici e di rapporti internazionali. Qualsiasi apertura delle frontiere, a parere dell’Organizzazione degli imprenditori agricoli, deve fondarsi su regole condivise che tutelino gli interessi del sistema agricolo e raggiungano risultati bilanciati”.

Confgricoltura Puglia ha seguito da vicino l’iter legislativo che ha portato alla approvazione dell’accordo. Lo scorso 12 febbraio il presidente di Umberto Bucci, ha inviato una lettera a tutti i parlamentari europei pugliesi, sollecitando una loro particolare attenzione sull’argomento. Nella lettera il presidente di Confagricoltura Puglia sottolineava che, se l’accordo fosse stato approvato, sarebbero stati fortemente ridotti o eliminati i dazi doganali, in particolare per le produzioni orticole, frutticole ed agrumicole.

Ulteriori approfondimenti sulle iniziative di Confagricoltura Puglia in merito all’accordo UE-Marocco sono disponibili nella sezione dedicata.

Confagricoltura, comunicato stampa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.