Consorzio Storna e Tara a corto di argomenti se ci contesta frase mai detta

0
594

Il Consorzio di Bonifica Stornara e Tara deve essere proprio a corto di argomenti se è costretto a contestare a Confagricoltura Puglia una dichiarazione mai detta, mai scritta.
In un trafiletto apparso nei giorni scorsi, l’ente ci accusa di aver preso di mira i costi di irrigazione, quando nel nostro comunicato stampa non sono assolutamente citati. Forse, infastidita dai tantissimi articoli giornalistici nei quali Confagricoltura Puglia, attraverso un comunicato stampa ufficiale ripreso da quotidiani e siti, evidenziava gli aumenti.
Nel trafiletto, proposta come “replica” leggiamo con sgomento “La denuncia della Confagricoltura, oltreché allarmistica risulta innanzitutto errata, in quanto le bollette, come chiamate dalla suddetta organizzazione di categoria, non riguardano l’irrigazione, bensì il contributo di bonifica cod. 630, per cui non si riferiscono agli utenti irrigui”.
Lo sbigottimento nasce dal fatto che nel comunicato stampa di Confagricoltura Puglia non si fa in nessun modo riferimento all’irrigazione.

Pubblichiamo di seguito il link del nostro comunicato stampa, in modo che ognuno si faccia un’idea.

A parte il rammarico, come storica organizzazione di categoria, di doverci confrontare su un errore di comprensione non nostro, auspichiamo un dibattito sui fatti e maggiore attenzione agli agricoltori. Imprenditori, questi, che un tributo lo pagherebbero volentieri, ma per avere reali benefici. Perché, se c’è qualcosa di giusto nello scritto in questione del Consorzio è il tema della preoccupazione, ma a essere “allarmati” siamo noi e i destinatari delle cartelle per l’aumento spropositato e a nostro avviso ingiustificabile richiesto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.